Categorized | Il Giornale

Omicidio Raciti, semilibertà a ultrà condannato

Link alla fonte

Posted on 13 gennaio 2018.

Uno dei due ultrà condannati per la morte dell'ispettore di polizia Filippo Raciti, durante il derby tra Catania e Palermo, ha ottenuto la semilibertà. Si tratta di Daniele Natale Micale, 30 anni, condannati a undici anni di carcere per omicidio preterintenzionale. Insieme all'allora minorenne Antonino Speziale nel novembre del 2012 Micale era stato condannato definitivamente per la morte di Raciti. Ha già scontato oltre metà della condanna in carcere a Catania, ed ha un residuo pena di meno di 4 anni.MIcale esce di carcere al mattino per andare a lavorare e rientra la sera, trascorrendo la notte in prigione. Il Tribunale ha ritenuto di concedere la semilibertà nell'ottica "del graduale reinserimento sociale" al fine di consentire a Micale di "svolgere attività lavorativa come dipendente" di un supermercato. Resta ancora in carcere, invece Antonino Speziale, condannato a 8anni per lo stesso reato, all'epoca dei fatti minorenne.Nato a Catania nel 1967, Raciti era entrato in Polizia nel 1986. Viveva ad Acireale con la moglie Marisa Grasso e i figli Fabiana e Alessio. Il 2 febbraio 2007, circa due ore circa dopo la fine dell'acceso derby tra Catania e Palermo, subì un fortissimo colpo contundente che gli causò un trauma epatico mortale.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

gennaio: 2018
L M M G V S D
« dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031