Categorized | Il Giornale

Usa, paziente scaricata in strada: Non poteva pagarsi l’ospedale

Link alla fonte

Posted on 13 gennaio 2018.

Un video drammatico sta scatenando l'indignazione in tutta l'America. È stato postato sui social network da un passante, Imanu Baraka, che, incredulo, ha visto una donna malata dimessa dall'ospedale universitario del Maryland Medical Center perché non poteva pagare le cure mediche (guarda il video). "Non credevo ai miei occhi - ha raccontato lo psicoterapeuta che, per caso, si trovava a passare di lì - non avevo altra scelta che dare una voce a questa giovane".Nel video, girato a Baltimora, si vede una donna vagare, senza arsi pace, davanti a una fermata dell'autobus. Nonostante sia sera inoltrata e la temperatura sia prossima allo zero, indossa soltanto una camicia bianca dell'ospedale. Da subito appare confusa. Non solo. Riesce a malapena a reggersi sulle proprie grambe. La donna, una 22enne che soffre di problemi mentali, era stata appena dimessa dal Maryland Medical Center perché non poteva permettersi di pagare le cure mediche all'ospedale universitario. Nel video, girato da Imanu Baraka, si riescono a vedere i portantini proprio nel momento in cui stanno abbandonando la paziente a se stessa (guarda il video).[[video 1482697]]Il caso, che sta indignando l'America intera, ha riaperto il dibattito politico sull'assistenza medica garantita anche a chi non può permettersi un'assicurazione sanitaria o di pagare le spese sanitarie. Negli Stati Uniti c'è, infatti, una legge del 1986 che proibisce a qualsiasi pronto soccorso di negare i servizi ospedalieri ai pazienti che non possono pagare. Purtroppo non avviene sempre così. E l'episodio al Maryland Medical Center di Baltimora ne è la riprova. Dall'ospedale hanno subito fatto sapere che si è trattato di "un caso isolato". "Ci assumiamo la piena responsabilità per questo fallimento", ha commentato il presidente della struttura ospedaliera, il dottor Mohan Suntha, che ha anche ammettesso la mancanza di "umanità e compassione" nei confronti della paziente.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

gennaio: 2018
L M M G V S D
« dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031